Proposte per una vacanza nella bella Fasano

26 Mag 2015 Festival @dmin
Proposte per una vacanza nella bella Fasano

di © Riccardo Storti

Fasano Jazz, uno di quegli appuntamenti da non perdere, non solo per una questione squisitamente musicale. Pensiamo solo alla terra che ospita simile manifestazione: un happening dal 26 maggio al 16 giugno che merita una vacanza. Alla sera musica e di giorno in giro per la provincia brindisina a caccia di tesori d’arte antica: alle spalle Monopoli, a due passi Martina Franca, Ostuni e via verso quel vivace arco di bellezze messapiche e normanne, muovendoci ancora più a sud in direzione del Salento grecanico e barocco. A tutto questo si unisca la buona tavola che in Puglia è una vera e propria eccellenza. Ma io non sono un tour operator (benché mi piaccia assai viaggiare e mangiare bene… ) e mi piacerebbe illustrarvi il cartellone del Fasano Jazz 2015, giunto ormai alla “maggiore età”.

Partiamo dalla dedica a Daevid Allen, fondatore dei Soft Machine e dei Gong, scomparso lo scorso 13 marzo; a lui va il primo pensiero degli organizzatori. Si inizia il 26 maggio, ma si fa presto a dire “jazz”. A ciò, gli aficionado della rassegna, sono ormai abituati: questo è un festival non solo jazz ma di estese aperture sonore. Il prologo quindi al Teatro Comunale Sociale con lo spettacolo Filologia della Musica Pop-Rock a cura del Maestro Antonio Di Lorenzo: la banda del Liceo Musicale “Luigi Russo” di Monopoli eseguirà brani dei Beatles più il Concerto Grosso per Orchestra, Coro e Gruppo Rock di Valter Poles dei Barrock.  Secondo appuntamento alla particolarissima rilettura dei Pink Floyd da parte del trio Casarano, Bardoscia e Savoldelli: un sax, un contrabbasso e uno dei performer vocali più talentuosi d’Europa che giocano – live electronics! – con gli highlight di The Dark Side of the Moon; questo il sugo del loro curiosissimo “trialogo” The Great Jazz Gig In The Sky.

Il pianista monopolitano Donatello D’Attoma in trio con gli Watchdog (Luca Alemanno e Vladimir Kostadinovic) suonerà sempre nella cornice del teatro di Fasano domenica 31 maggio: una fusion leggera che non esita ad aprirsi verso territori di confine stilistico. Per l’occasione sarà sul palco anche il chitarrista norvegese Bjorn Solli, globetrotter delle sei corde assai attivo nel circuito frontaliero jazz.

Il primo giugno arrivano i Caravan, in quella che è l’unica data del 2015 nell’Italia meridionale: si tratta dell’evento nell’evento, visto che stiamo parlando di una compagini cardine della Scuola di Canterbury, quindi una pietra miliare della storia del progressive rock planetario.

Doppio set il 3 giugno al Teatro Sociale con i locali Bastiano & WMEnsemble e i Red Phoenix Blues; questi ultimi portano un po’ di aria genovese al Fasano Jazz, visto che i componenti arrivano quasi tutti dalla Superba (cito Giacomo Caliolo – già con Rondò Veneziano -, Antonello Palmas  Cotogno  e Pino Di Stadio, batterista degli Ars Populi). Genova replica sempre nella stessa location il 12 giugno: Fabio Zuffanti e la sua ZBand propone l’antologia da palcoscenico Il mondo che era mio… live con i suoi fedelissimi Martin Grice (Delirium IPG), Paolo Tixi (Il Tempio delle Clessidre), Giovanni Pastorino e Simone Amodeo. Per chi non ha avuto la fortuna di vederli all’opera a Genova e a Savona, il pretesto è ineludibile.

Chiusura con il botto il 16 giugno al Teatro Kennedy per uno spettacolo da fare tremare le vene e i polsi: i Quintorigo insieme al batterista jazz Roberto Gatto suoneranno composizioni di Frank Zappa.

Che aggiungere? L’occasione vale la candela. Da buoni zeneisi facciamo pure due conti… il biglietto più “caro” è quello dei Caravan (10 Euro), gli altri non superano i 5 Euro e i nostri Red Phoenix Blues e ZBand sono pure gratis… dài, su… che aspettate? Buttate un occhio a Tripadvisor e organizzatevi una bella vacanza.

Commenti

There are no comments yet×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *